VACANZE ROMANE…RITORNO DALLA DOLCE VITA

La pioggia sembrava non smettere più di cadere e costringeva tutti i turisti come me a trovare riparo sotto i portoni delle chiese o sotto i portici che circondano le piazze…in attesa che l’acqua potesse concedere una tregua…devo ammettere, però, che le meraviglie intorno a noi non perdevano di fascino, anzi…tutto sembrava avvolto da un’affascinante atmosfera…

Guardare attraverso lo scroscio della pioggia il Colosseo o vedere riflesso in una pozzanghera l’Altare della Patria…seguire le nuovole grigie correre veloci dietro Castel Sant’Angelo, alla sera riuscire a cattuare un timido tramonto che, con fatica, si allarga su una vista mozzafiato…con il profilo della città che sembra stiracchiarsi al pallido sole…lasciando spazio alle ombre e alle stelle…

Roma è speciale…con i suoi quartieri, i suoi parchi da scoprire, i suoi angoli nascosti, le sue continue sorprese…ogni volta rimango stupita da quanto imparo…forse sono troppo di parte, ma non posso fare a meno di amare questi luoghi…le sue chiese, le sue strade, i suoi monumenti, la sua gente…spesso mi capitava di guardare gli occhi dei turisti accanto a me e leggervi una merviglia e un stupore che mi rendeva orgogliosa…pensavo…questa è casa mia, è il mio Paese…e ti crea queste emozioni…allora mi sentivo orgogliosa di farne parte…dimenticando per un po la “puzza” che, purtroppo, aleggia ancora su di noi…….

Poi, mentre tornavo alla mia stanza, guardavo gli occhi della gente che, stanca, si lasciava trasportare dentro ai propri pensieri, veloci, come quei vagoni sfreccianti della metro…e percepivo (certo non in tutti) una voglia di scappare, di non essere lì…quasi trovarsi da un’altra parte una volta aperte quelle porte del treno…non essere nei sotterranei di Roma, ma in un qualsiasi altro posto, un po’ come “Poster” di Baglioni…e mi spiaceva…perchè in realtà provavo una certa invidia…loro potevano vivere nel luogo in cui vorrei poter abitare io…ma ognuno ha la sua vita e i suoi sogni…evidentemente il loro non era quello…

Quando il sole, dopo mille scongiuri, finalmente ha fatto capolino, la città è sembrata più vitale…senza più venditori di ombrelli assillanti (una scocciatura più della pioggia)…così le nuvole hanno lasciato spazio al celeste del cielo…l’aria si è scaldata un pochino e i Fori Romani sembravano risorgere dal fango in cui erano stati costretti nei giorni prima…mille foto a colonne, templi, strade, chiese, fontane, scalinate, tramonti, angeli, santi…e mi dicevo, la mia vita è qui…tra queste meraviglie…

Passeggiare in Via del Corso, Piazza Colonna…pensare che sarebbe bello venirci il sabato pomeriggio…seguire in Tevere…forse rimarrà solo un sogno ma…queste sono state le mie vacanze romane più belle…

Besos

VACANZE ROMANE…RITORNO DALLA DOLCE VITAultima modifica: 2009-02-10T17:15:00+00:00da cioski86
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “VACANZE ROMANE…RITORNO DALLA DOLCE VITA

Lascia un commento